DESCRIZIONE


DATABASE ONLINE


INVENTARI


INFORMAZIONI UTILI


NEWS



DESCRIZIONE
Lavoro di cura


Nel Database Spartiti e partiture Dono Delius, estrapolato dalla Banca Dati Delius, compaiono tutti gli spartiti e le partiture costituenti la donazione - ossia le sez. B) e C) - ed un limitato numero di aggiornamenti. Le intestazioni originali della stringa di dati, in lingua tedesca, sono state tradotte, ed alcune voci - per praticità di utilizzo - sono state accorpate. Nondimeno, tale stringa di dati resta pienamente esaustiva: l'intestazione No Delius corrisponde nella Banca Dati Delius a Nummer (identificativo attribuito dal Prof. Delius ad ogni singolo item); Autore corrisponde a Name; Titolo a Titel; Organici a Besetzung 1,2,3; Edizioni a Ausgabe 1,2,3; Fonti a Quelle 1,2,3; Ediz. Mod. a NA; Osservazioni a Bemerk 1,2,3; Movimenti a Saetze 1,2,3; Incipit a Code 1,2,3,4,5,6,7,8.

L'incipit inserito dal Prof. Delius è un codice alfanumerico precursore del Plaine & Easie Code, adottato dal RISM come formato alternativo di scrittura musicale (Legenda dell'Incipit). Gli organici restano espressi in tedesco, e la traduzione delle loro abbreviazioni è riportata in Legenda dell'Organico. Restano ovviamente in lingua tedesca anche le indicazioni dei Titoli (Es.: Sonate in luogo di Sonata), la nomenclatura delle tonalità (Es.: C Dur = Do magg.), e le Osservazioni (Es.: unbekannt = sconosciuto). L'abbreviazione ms significa manoscritto (aut nel caso di autografo). Per ciascuno spartito è possibile effettuare la ricerca interrogando ciascuno dei campi della stringa identificativa.
In Spartiti e partiture Dono Delius è stata inserita una casella "Collocazione": al suo interno, le sigle B e C seguite dal no progressivo. Nel caso di spartiti incompleti (di testo o di talune parti staccate), compare di seguito anche l'indicazione "INC"
A titoli cui corrispondono riproduzioni di Raccolte complete (Es.: 12 Sonate op.3) è stato attribuito un no di donazione collettivo (fermo restando che, all'interno della raccolta, ogni elemento ha un proprio no Delius), mentre a riproduzioni di spartiti singoli (Es.: Sonata op.3 no1) è stato attribuito un no di donazione singolo.

Alcuni spartiti delle sez. B) e C), di fatto appartenenti al Dono Delius, non erano stati aggiornati nella Banca Dati Delius, dunque ad essi non corrispondeva alcun numero identificativo. Essi sono stati trattati secondo il seguente criterio: sono stati inseriti (riconoscibili da * nella casella "Collocazione", nonché dall'assenza di no Delius) gli spartiti completi, per i quali è stata compilata una stringa ex-novo con i dati essenziali di riferimento. Sono invece rimasti esclusi gli spartiti incompleti (contraddistinti da ** nella casella "Collocazione"), custoditi nel faldone "Spartiti vari incompleti privi di identificativo" all'interno della sez. C). Gli spartiti di Autori Vari (AAVV) della sez. C), raggruppati dal Prof. Delius in cartelle numerate da 1 a 27, sono stati archiviati rispettando la sua numerazione (AAVV noprogr.). Analogamente, sono stati archiviati in cartelle numerate da 1 a 18 gli spartiti di Anonimo (C AN. noprogr.).

La sez. D) contiene materiali di ricerca bio-bibliografica (organizzati dal donatore in cartelle formato A4 e A5), e materiali vari di consultazione (Varia).

I materiali di ricerca afferiscono al file originale Literatur, che contiene sia la saggistica, ossia volumi completi - appartenenti alla sez. A), sia testi di altro genere (articoli, saggi, stralci di pubblicazioni ecc.), raccolti in faldoni formato A4 e cartelline formato A5. Gli estremi relativi a questi testi sono contenuti in una stringa di dati che comprende: Autore - Titolo - Dati bibliografici - Ambito - Parole chiave - Sigla; all'interno del file le ricerche si effettuano quindi utilizzando ciascuno dei parametri, mentre la Sigla corrisponde alla collocazione nell'archivio privato del Prof. Delius, (naturalmente ripresa tale e quale) ed è funzionale al reperimento.

I materiali A4 sono stati collocati in Dono Delius, sez. D), A4, mentre i materiali A5 sono stati collocati in Dono Delius, sez. D), A5. Questi ultimi, che si trovano ripartiti secondo il criterio originale in tre gruppi distinti, sono stati mantenuti nelle cartelline originali, di colore diverso: le cartelline di colore rosso (indicate nella sigla A5 rot) contengono prevalentemente testi di carattere descrittivo; le cartelline di colore blu hanno contenuto prevalentemente bio-bibliografico, mentre le cartelline di colore verde corrispondono essenzialmente a contenuti di connotazione geografica.

Ad integrazione del file Literatur é stato compilato un elenco dei materiali contenuti nei singoli faldoni A4 e nelle singole cartelline A5, in base alle intestazioni originali. Questo elenco (cartaceo), rende immediatamente visibili i materiali stessi, fotografando l'originale ripartizione fisica delle cartelline, indipendentemente dalla ricerca tematica. Può essere utile anche nel caso si inizi una ricerca senza riferimenti precisi, poiché vi si trovano riportati i contenuti in oggetto. Per ciascuna voce elencata nelle cartelline A5 viene specificato ove si tratta di stralci, appunti ecc.

La sez. D), Varia, comprende riviste ed altre pubblicazioni attinenti l'ambito flautistico raccolte dal Prof. Delius.