DESCRIZIONE


DATABASE ONLINE


INVENTARI


INFORMAZIONI UTILI


NEWS



DESCRIZIONE
La donazione


Nel 2013 il flautista e musicologo tedesco Nikolaus Delius - affettivamente legato al nostro Conservatorio, nella Biblioteca del quale aveva effettuato le proprie ricerche a partire dagli anni '70, quando il Prof. Pintacuda aveva compilato il Catalogo del Fondo Antico - ha donato al Conservatorio "N. Paganini" l'intera sua biblioteca musicale.
Il Dono Delius è suddiviso in 5 sezioni:
  1. Saggistica musicale, prevalentemente in lingua tedesca, ma con interessanti volumi anche in inglese e italiano;
  2. Edizioni musicali a stampa, comprendenti tre secoli di letteratura flautistica, dal Settecento al Novecento;
  3. Copie di manoscritti ed edizioni musicali antiche, provenienti da diverse Biblioteche europee (le quali peraltro detengono i diritti di riproduzione);
  4. Materiali di studio, costituiti da cartelle contenenti materiale vario riconducibile a campi tematici (singoli Autori, siti di ricerche ecc.);
  5. Collezione di CD.

Al cuore della donazione si colloca inoltre la Banca Dati Delius, contenente più di 22000 voci, che rappresenta l'elenco di tutto il materiale visionato e censito dal Prof. Delius nei decenni della sua attività di ricerca.

Le sez. A), B), E) sono in corso di catalogazione in SBN (una cospicua parte è già ricercabile), mentre le sez. C) e D) saranno consultabili in loco, secondo le disposizioni previste in: Consultazione e Prestito. Tutto il materiale oggetto della donazione è elencato nell'Inventario, ripartito nelle 5 sezioni sopraelencate; nei Sub-inventari sono invece elencate alcune sottocategorie specifiche (revisioni a cura di Nikolaus Delius; microfilm).

Nella sez. A) sono contenuti volumi e testi completi, mentre articoli e saggi estrapolati da volumi e riviste sono archiviati nella sez. D).

Nella sez. B) sono contenuti gli spartiti in edizioni moderne, oltre ad una collezione di facsimili di testi antichi. La numerazione inizia da AAVV, cui corrispondono Raccolte di Autori Vari (B1 - B8). Alcune Raccolte sono state però ingressate in ordine alfabetico secondo il titolo (Es.: Flotenmusik; French Composers) e appaiono in corrispondenza della lettera iniziale del titolo.

La sez. C) viene resa disponibile solo per comprovati motivi di studio, secondo quanto previsto in: Consultazione e Prestito. Comprende riproduzioni autorizzate di manoscritti ed edizioni antiche provenienti da biblioteche di tutto il mondo (oltre ad un esiguo numero di copie da edizioni moderne, contrassegnate dalla sigla Ed. M.). Il contenuto delle sez. B) e C) - ossia l'insieme dei testi musicali - costituisce anche l'oggetto del Database Spartiti e partiture Dono Delius.

La sez. D) comprende i materiali di ricerca, organizzati dal Donatore in cartelle riferentesi a specifici ambiti tematici, identificabili attraverso parole-chiave.